Segnali di disagi psicologici dei nostri bambini

Children using technology

Segnali di disagi psicologici dei nostri bambini

Questa società moderna ormai schiava di computer, smartphones, tablet e con un informazione costante e pressante rischia di portare un influenza negativa sulla nostra vita in famiglia, mettendo in discussione i rapporti interpersonali rivoluzionandoli.

Le necessità quotidiane lavorative ci impongono un distaccamento dalle famiglie togliendo ai nostri figli dei punti di riferimento che, a loro volta, sostituiscono con qualcosa che possono avere sempre con sè (smartphones, tablet, ….) che però non danno l’autorità rassicurante dei genitori o una presenza fisica e rischia di portare i bambini a trasformare queste necessità in malattie psicosomatiche.

Il corpo e la mente lavorano in simbiosi e anche una semplice emozione, che sia essa positiva o negativa, può riflettersi sulla salute fisica; spesso queste malattie organiche possono essere un segnale di un possibile disagio psicologico.

Il non sapere litigare urlando di fronte ai figli, rinfacciare cose al partner davanti a loro, utilizzarli come merce di scambio con l’ex compagno portano il bambino a subire una tortura emotiva non indifferente, perché non in grado di capire e gestire queste situazioni, portandolo a rinchiudersi, isolarsi, essere violento, rispondere male e non rispettare il ruolo genitoriale.

Un passo importante da fare in questo caso è iniziare a cambiare comportamento di fronte ai figli, accordandosi a priori sul tipo di educazione da dargli e mai controbattere una punizione o lezione di fronte ad essi, così facendo non si toglie l’autorità genitoriale al compagno/a; piuttosto attendere che il piccolo sia in cameretta e con calma disquisire sul fatto e spiegare le motivazioni per cui non si è stati d’accordo. Questo permetterà alla coppia di ritrovare una complicità che spesso per contrasti banali si va a perdere e ai nostri figli di vedere i genitori uniti su tutti i punti ma sopratutto sereni, trasmettendo serenità davanti a loro.

Importante è ascoltare i nostri piccoli, anche per le cose che per noi sono insignificanti, certo, so benissimo che dopo una giornata lavorativa, stressante con mille impegni da rispettare, la sera non vediamo l’ora di tornare a casa e riposare senza pensare ad altro, ma dobbiamo, proprio in quel momento che rientriamo a casa svolgere l’impegno più importante e gravoso della giornata, dedicare del tempo di qualità ai nostri piccoli, giocando con loro, chiedendo cosa hanno fatto durante la giornata, assicurarci che stanno bene, in poche parole, mostrandoci  interessati alle loro vite.

No Comments

Enroll Your Words

To Top
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: