La socializzazione nei bambini - Parco Giochi Koala Brescia

LA SOCIALIZZAZIONE – Primi approcci tra bimbi sconosciuti

La socializzazione – Primi approcci tra bimbi sconosciuti

Cosa significa socializzare

La chiamano socializzazione, un processo innato ed inevitabile per la crescita di un individuo e per questo di fondamentale importanza fin dai primissimi mesi se non giorni di vita.

Ti sei mai chiesto come mai tuo figlio, che si sfoghi nel giardinetto di fronte casa o durante la ricreazione a scuola, fa ritorno sempre e irrimediabilmente trasandato?

Socializzare vuol dire imparare a conoscersi condividendo le proprie esperienze coi nostri simili pur rispettandone l’identità, andando così anche a stimolare un’iniziale e del tutto personale apertura mentale del bambino. A tal fine, uno dei metodi più efficaci è senza dubbio quello del gioco.

 

I benefici della socializzazione

Possono essere molteplici i vantaggi del socializzare:

• per la mente, grazie anche alla notevole flessibilità di cui è dotato il cervello di un bambino, fin dalla nascita
• per il corpo, attraverso lo sport e il gioco per esempio, grazie ai quali il bimbo viene stimolato a rapportarsi con gli altri tramite la propria fisicità, condividendo insegnamenti e persino confrontandosi in una salutare competizione
• per apprendere attraverso nuove esperienze, per esempio: un bambino può associare all’oggetto ‘palla’ un gioco mentre un suo amichetto no, dato che non ha mai visto prima d’ora quella strana e tondeggiante “cosa”; a fine giornata costui avrà imparato un nuovo termine («palla»), una nuova figura (O) e anche come sfruttare questa diavoleria per il proprio divertimento.

 

Come Insegnare al bambino a Socializzare

Per alcuni la socializzazione risulta qualcosa di naturale e spontaneo, cioè sanno esattamente cosa fare e come farlo, senza l’intervento dei genitori. Altri, invece, incontrano maggiori difficoltà nell’approcciarsi a sconosciuti, seppur simili.

Ma non vi preoccupate, mamme e papà: la socializzazione è un percorso lungo e assai delicato che i bambini affronteranno con i loro tempi.

Per supportare tuo figlio durante questa fase lenta ma cruciale

sostienilo nel credere di più in sé stesso
lodalo per gli insegnamenti appresi e riprendilo per le marachelle, senza traumatizzarlo
insegnagli valori quali la condivisione, la collaborazione e la generosità verso gli altri bimbi
leggigli dei libri sull’amicizia e simula con lui situazioni sociali in cui potrebbe rispecchiarsi
• ultimo ma non meno importante, il buon esempio di noi genitori, le prime figure che i nostri figli emulano.

 

Come Affrontare l’Ansia

Probabilmente capita anche a te, papà o mamma che stai leggendo, di sentirti un po’ a disagio quando il tuo bambino entra in un nuovo gruppo di suoi coetanei, vero?
Forse è timido e temi che sia escluso? O, al contrario, è molto esuberante e temi che possa sovrastare gli altri, venendo comunque escluso?
Sappi allora che l’ansia è una reazione umana, è naturale che tu la provi. Infatti, è segno di premura verso tuo figlio, ti permette di riconoscere situazioni potenzialmente pericolose da quelle che non lo sono.

Ciò nonostante, ti sarà successo di osservare come l’ansia di una mamma possa facilmente contagiare un’altra mamma, la cui ansia si trasmette a una terza mamma e così via… scatenando una sorta di «reazione a catena».
Devi sapere che per porvi rimedio non esiste una formula magica, meglio affidarsi un mantra: “STAI CALMA“!

Noi mamme siamo il primo e il più importante esempio per i nostri figli, più trasmetteremo loro serenità e tranquillità, determinazione e sicurezza, più loro ne risentiranno positivamente.

 

Validi Consigli

Per evitare di apparire come un fragile punto di riferimento, aspetta che sia tuo figlio a chiederti aiuto, se si trova in difficoltà. È molto importante che lui assimili il concetto che può sempre contare su di te quando ne ha bisogno, senza sentirti come una figura opprimente, che non gli permette di esplorare…o persino da cui scappare!

Aiuti molto validi possono essere una buona dose di autocritica e l’insegnamento da esperienze passate: ti sarà accaduto di preoccuparti eccessivamente per una situazione che in seguito non s’è rivelata affatto pericolosa!
Di grande aiuto può risultare anche la «simulazione casalinga», ovvero sei proprio tu, mamma, a ricreare dei piccoli imprevisti nella sicurezza di casa tua, osservando come tuo figlio se la cava. È un accorgimento rivolto anche a quelle mamme con difficoltà a socializzare con le altre madri o che temono il distacco dal proprio pargolo.

 

Anche noi al Parco Giochi Koala crediamo che creare un ambiente di gioco che faciliti la socializzazione di grandi e piccini faccia parte della Nostra Mission perché pensiamo che la condivisione sia l’atteggiamento vincente per costruire gli adulti di domani!
Per questo abbiamo creato un ambiente che facilita la socializzazione di grandi e piccini!

Se vuoi condividere con noi i tuoi pomeriggi ti aspettiamo con giochi a volontà e cene conviviali.
Scopri le nostre offerte cliccando qui.

No Comments

Enroll Your Words

To Top
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: